Lavorare in Australia

Cosa c’è da sapere per poter lavorare in Australia

Lavorare in Australia non solo è utile per migliorare il tuo inglese, ma anche per crescere dal punto di vista professionale: il mercato offre svariati lavori occasionali per coloro che vogliono viaggiare e lavorare, o per mantenerti gli studi, ma la particolarità dell’Australia è quella che offre a coloro che hanno una qualifica o esperienza di intraprendere una nuova carriera.

I lavori più ricercati

  • Hospitality
  • Construction
  • Administration
  • IT
  • Health Services
  • Fitness

Le mansioni più richieste sono quelle legate al mondo della ristorazione, un settore nel quale gli italiani stanno avendo molto successo e che offre opportunità anche a chi non possiede particolari certificazioni.
Altri settori rilevanti sono quelli dell’edilizia e del retail oltre a figure quali receptionist, baby-sitter e cleaner.

D’altra parte si può optare per il cosiddetto woofing, (lavoro non retribuito in cambio di vitto e alloggio) au-pair (assistenza domestica) oppure scegliere di prestare lavoro nelle farm, le quali vi consentiranno di ottenere il secondo Working Holiday Visa al raggiungimento di 88 giorni lavorativi.

Invece coloro che possiedono qualificazioni certificate, possono consultare qui la CSOL (Skilled Occupation List) per verificare se la loro qualifica è oggetto di sponsorship.
E’ indispensabile conoscere i tuoi diritti e doveri, perché la legge australiana in materia di tasse e leggi molto semplice, ma allo stesso tempo molto ferrea.

Cosa serve per lavorare in Australia?

Ecco qui la lista dei documenti essenziali per poter iniziare la tua vita lavorativa in Australia:

Un visto che ti permetta di lavorare in Australia. I più comuni per coloro che arrivano sul territorio inizialmente sono, lo Student Visa e il Working Holiday Visa.

Se deciderai di prestare lavoro subordinato, per ricevere reddito dovrai ottenere il TFN (Tax File Number). Grazie al TFN potrai lavorare regolarmente e ricevere un salario o uno stipendio, i rimborsi da parte del governo e i proventi derivanti da investimenti, inclusi gli interessi maturati sui libretti di risparmio. Per ottenere il TFN puoi recarti presso un Australian Taxation Office (ATO) oppure effettuare la richiesta online qui.

Mentre per essere abilitati a coprire determinati ruoli occorrono i seguenti documenti supplementari:

L’RSA (Responsible Service of Alcohol) è la certificazione che permette di poter lavorare in Australia in ambiti nei quali è prevista la somministrazione e la vendita di alcolici.

La White Card è una tessera (grandezza di un bancomat) che riceverai una volta terminato il corso di salute e sicurezza sul lavoro. E’ richiesta per poter lavorare in cantieri edili in NSW, Queensland, South Australia e Victoria e dimostra che hai ricevuto il training adatto per poter lavorare nel settore delle costruzioni anche in ambito di sicurezza del lavoro.

Nel caso in cui lavorerai privatamente o come free-lance, per emettere fattura, è necessario l’ABN (Australian Business Number). Si tratta di un numero identificativo di 11 cifre ed equivale al numero della partita IVA. Non è obbligatorio, ma può evitarti trattenute fiscali del 46,5% sul pagamento e inoltre agevola i rapporti con l’Australian Taxation Office (ATO), l’agenzia per la riscossione delle entrate. L’ABN può essere richiesto online qui.

Come trovare lavoro

Le vie per trovare lavoro in Australia sono infinite, la cosa fondamentale è dimostrare di avere esperienza in un determinato settore e possedere un livello base d’inglese.
L’Australia offre a chiunque l’opportunità di riqualificarsi e di ripartire da zero, la conoscenza dell’inglese è importante, specialmente per permanenze a lungo termine.
Vi consigliamo di consultare la nostra guida dettagliata e le offerte di lavoro sul nostro BLOG.

Curriculum

Ovviamente avrai bisogno di redigere un Curriculum in inglese. Ecco qui una lista degli elementi essenziali da inserire:

  • La prima cosa da fare è scegliere il formato, tra gli 11 e i 12 pt e il carattere del testo, i più utilizzati sono Arial e Calibrì
  • Scegliere il layout più adatto alle vostre esigenze
  • Creare un’intestazione con nome, indirizzo, email, numero di telefono, tipo e scadenza del visto
  • Inserire lo storico delle tue esperienze lavorative più significative in ordine discendente
  • Indicare il tuo percorso formativo e le tue qualifiche
  • Fornire le tue referenze, nominandone un paio

Infine, accertati che il Curriculum sia redatto in modo corretto, facile da leggere e che conferisca un ottimo impatto visivo.

Scarica e personalizza i nostri modelli per i Curriculum di Chef, Pizza Maker e Waiter/ress:

Fair Work Act

Il Fair Work Act determina i diritti e i doveri di un datore di lavoro nei confronti dei propri dipendenti ed è utile per evitare spiacevoli malintesi, liti e problemi sul posto di lavoro. Potete trovare ulteriori informazioni qui.

PROMOZIONI

Scrivici per maggiori informazioni

La nostra consulenza è completamente gratuita

Nome e cognome
Email
Nazionalità
Telefono
Scrivici dove vuoi studiare, quali sono i tuoi progetti e ti risponderemo a breve!

Ricopia i caratteri qui sotto:
captcha